Isole Borromee (Lago Maggiore): Come visitarle, Cosa vedere, Biglietti

Le Isole Borromee rappresentano alcune delle gemme più splendenti del Lago Maggiore, un complesso insulare di cinque isole, tre delle quali aperte al pubblico, che narrano storie di antica nobiltà, opulenza e autentico sfarzo italiano.

Le isole borromee si trovano nel Golfo Borromeo e bagna le tre principali città turistiche del Lago Maggiore: Stresa, Verbania e Baveno.

Situate a breve distanza da Milano, circa un’ora e mezza, offrono un’esperienza unica, con i loro maestosi palazzi, giardini incantevoli e l’atmosfera magica creata dall’acqua circostante.

Quindi, cosa vedere nelle Isole Borromee? E come visitarle? Si consiglia di intraprendere un tour delle isole principali, attraverso un viaggio in battello per apprezzare le peculiarità di ciascuna isola.

Terre Borromee

I proprietari delle isole borromee, sono la famiglia Borromeo, nota non solo per le tre isole del Lago Maggiore ma ha anche creato un marchio, Terre Borromee, che rappresenta una collezione di proprietà e palazzi sparsi tra la Lombardia e il Piemonte.

Questi luoghi, ricchi di storia, architettura e bellezze naturali, sono aperti al pubblico e possono essere esplorati anche attraverso biglietti combinati.

Ma quali sono le 3 Isole Borromee? Il patrimonio comprende l’Isola Bella e l’Isola Madre, parte dell’arcipelago delle Isole Borromee sul Lago Maggiore; il Parco Pallavicino a Stresa; il Parco del Mottarone, che si estende lungo le pendici dell’omonimo monte; la Rocca di Angera, affacciata sul lato lombardo nella provincia di Varese; e i Castelli di Cannero, posizionati nella parte superiore del Verbano.

Isole Borromee: Cosa vedere

Se stai pianificando di fare una gita sul lago maggiore e non sai cosa vedere alle isole borromee, qui è possibile ammirare giardini rigogliosi, residenze nobiliari, interni sontuosamente adornati e panorami naturali da cartolina. Per gli appassionati di cronaca rosa, vi sono anche gli scenari esclusivi scelti per le nozze di illustri membri delle famiglie aristocratiche europee, quali Beatrice Borromeo e Pierre Casiraghi.

Quindi se non sai cosa fare alle isole borromee, e sei in cerca di ispirazione su come trascorrere il tuo tempo, ti suggerisco vivamente di fare un giro tra l’Isola Bella, l’Isola Madre e l’Isola dei Pescatori che ti lasceranno a bocca aperta.

Isole Borromee: Isola Madre

Se hai in programma di raggiungere il Lago Maggiore e non hai idea da dove partire per visitare le Isole Borromee, ti consiglio di iniziare dall’Isola Madre, una delle tre le isole più grandi del Lago Maggiore.

Una volta giunta sull’isola Madre, potrai notare il Palazzo Borromeo che risale al XVI secolo, circondato da uno splendido giardino botanico in stile inglese creato verso la fine del diciannovesimo secolo. L’Isola Madre gode di un clima ideale che permette la crescita di una varietà di piante esotiche, inclusi alcuni esemplari rari come l’eccezionale cipresso del Kashmir. Potrete anche ammirare pavoni bianchi, fagiani dorati e simpatiche galline con un piumaggio bianco e spettinato.

Dopo una breve visita ai giardini, da cui si può ammirare una meravigliosa vista sul Lago Maggiore e sulle isole circostanti, si procede alla visita del palazzo. Quest’ultimo, risalente al XVI secolo, ospita al suo interno una collezione di pregiati mobili che sono stati raccolti da vari palazzi e proprietà della famiglia Borromeo. Tra le collezioni da non perdere è la nota collezione di teatri per marionette antiche, usate per intrattenere i membri della famiglia e i loro invitati e il Salone Veneziano con decori trompe l’oeil.

Per visitare il Palazzo e i giardini, il tempo necessario è di almeno un’ora e mezza, se non di più, a seconda dell’interesse personale. Verso pranzo è possibile fermarmi in uno dei ristoranti per gustare uno dei prodotti tipici del Lago Maggiore.

Isole Borromee: Isola dei Pescatori

Dopo che abbiamo fata tappa all’Isola Madre, continuando il giro delle isole borromee, consiglio di recarti verso l’Isola dei Pescatori, conosciuta come Isola Superiore, l’unica tra le isole borromee ad essere aperta al pubblico e permanentemente abitata da una piccola comunità.

Originariamente un villaggio di pescatori, oggi l’isola è interamente votata all’accoglienza dei turisti, offrendo un’ampia scelta di ristoranti, caffè e negozi di souvenir o prodotti tipici.

Dell’Isola dei Pescatori fa parte anche l’Isolino di San Giovanni che si trova vicino a Verbania, e la Rocca della Malghera, che la si può scoprire facendo un giro in barca tra l’Isola dei Pescatori e l’Isola Bella.

Nonostante l’Isola dei Pescatori è un antico borgo di pescatori, questo luogo è stato presa d’assalto dal turismo e rappresenta un rifugio dove fare una sosta pranzo prima di proseguire verso l’Isola Bella.

Isole Borromee: Isola Bella

Tra le tre isole del lago maggiore spicca anche l’Isola Bella che si distingue per il suo incantevole giardino in stile italiano, al cui centro spicca il Teatro Massimo. Questo è strutturato in dieci terrazze sovrapposte che creano una piramide tronca, impreziosita da statue e fontane, offrendo uno spettacolo di bellezza unica. Il conte Vitalino Borromeo fu l’artefice di questa meraviglia nel 1650, ma furono necessari quattro secoli per trasformare un semplice scoglio in questo capolavoro che oggi possiamo ammirare.

Il palazzo Borromeo sull’Isola Bella è decisamente più fastoso di quello sull’Isola Madre, con interni che ricordano quelli di un vero palazzo reale. Durante la visita, si percorrono le sale storiche, tra cui la Sala del Trono e delle Regine, la stanza che ospitò Napoleone, la Galleria del Generale Berthier e molte altre. Oltre al palazzo e ai giardini, sull’isola si trova anche un piccolo villaggio pittoresco con bar, negozi e ristoranti.

Vedi anche: Le 10 cose da vedere sul Lago Maggiore

Dove mangiare Isole Borromee

Dopo aver fatto un tour delle isole borromee, se stessi cercando dei ristoranti e posti dove mangiare alle isole borromee, ti consiglio di immergerti nell’incantevole scenario dell’Isola dei Pescatori dove si trova il ristorante Verbano che propone una cucina classica di alta qualità L’ambiente, caratterizzato da un design moderno, è arricchito da ampie finestre che offrono viste mozzafiato e, durante i mesi più caldi, cenare in terrazza diventa un’esperienza unica con una vista privilegiata sull’Isola Bella e il Palazzo Borromeo. È possibile selezionare i piatti direttamente dal menu alla carta, che include varie proposte tematiche ispirate al lago, al Piemonte, all’Italia e all’opzione vegetariana.

Se si preferisce mangiare sull’Isola Bella, troviamo il Bistrot Il Fornello oppure il Ristolounge Elvezia. Sull’Isola Madre, consiglio di provare il Ristorante La Piratera.

Quanto tempo ci vuole per visitare le isole borromee

Per visitare le isole borromee (isola Madre, Bella e dei Pescatori), servirà almeno più di una mezza giornata. Tuttavia, per evitare di rischiare e tralasciarne una, consiglio di partire presto al mattino, dedicando gran parte del tempo all’isola Madre, e dei suoi splendidi giardini, per poi proseguire con l’Isola dei Pescatori, dove potrai fermarti a pranzo. Nel pomeriggio potrai riprendere la gita sulle isole borromee verso l’Isola Bella per ammirare il suo magnifico giardino in stile italiano.

Tuttavia, consiglio di acquistare i biglietti per le isole borromee prima così da evitare di perdere tempo.

Quando andare alle Isole Borromee

Se ti stessi chiedendo quando si possono visitare le Isole Borromee, generalmente le tre isole del Lago Maggiore, accolgono i visitatori tutti i giorni dall’anno (anche in inverno), a partire dalla metà di marzo fino alla fine di ottobre. La stagione primaverile, in particolare nei mesi di aprile e maggio, rappresenta il momento ideale per una visita, grazie alla piena fioritura delle piante. Per l’anno 2024, l’inizio della stagione di apertura è fissato per il 16 marzo. Tuttavia, è sempre buona norma verificare le informazioni aggiornate sul sito ufficiale o chiamando il numero del call center al 0323.933478.

Leggi anche: Stresa dove mangiare bene spendendo poco

Come arrivare alle Isole Borromee

Se stai pianificando di visitare le Isole Borromee come arrivare? La località più comoda per accedere alle isole Borromee è Stresa, situata sulla costa occidentale del Lago Maggiore. Tuttavia, è possibile raggiungere le isole anche tramite traghetti che partono da Arona, Angera e Baveno.

Inoltre, è possibile arrivare alle Isole Borromee in auto e in treno.

Per chi viaggia in auto da Milano, imboccare l’autostrada dei Laghi verso Gravellona Toce e uscite a Carpugnino. In condizioni di traffico regolare, il viaggio dura circa un’ora e quindici minuti.

Per chi preferisce il treno, la linea Milano-Sempione ferma direttamente a Stresa, con orari dei treni coordinati con quelli dei battelli per le isole.

Quanto costa visitare le Isole Borromee

Per visitare le Isole Borromee, il costo varia a seconda del biglietto che si decide di scegliere. Ad ogni modo i costi per fare visita alle isole Borromee, parte dai 9 euro sino ai 100 euro circa, questo perché alcuni biglietti possono includere l’audioguida, il trasferimento, il luogo di partenza, il servizio di prelievo e rientro.

Come visitare le Isole Borromee

Come visitare le Isole Borromee? Le isole Borromee del lago Maggiore si possono visitare in barca, battello, motoscafo o in traghetto.

Battello-Traghetto Isole Borromee

Per visitare il lago maggiore e le isole borromee, il mezzo ideale è la barca: i traghetti per le isole partono sia da Stresa, che si trova di fronte alle isole, sia dalla sponda opposta del lago, quella di Pallanza-Verbania. Inoltre, diverse compagnie organizzano il tour delle isole borromee, partendo anche da Arona, Angera e Baveno. I visitatori hanno la possibilità di utilizzare i servizi della flotta pubblica con Navigazione Laghi, preferita sia dai locali che dai turisti per il suo costo accessibile, nonostante gli orari fissi, o scegliere tra le numerose offerte di imbarcazioni private.

I biglietti per fare il giro delle isole borromee, si possono acquistare per una singola isola oppure scegliere i biglietti combinati che permettono di visitare tutte e tre le terre borromee.

Barca Isole Borromee

Per chi vuole visitare il lago maggiore e fare il giro delle isole, potrebbe affittare una barca privata, il chè può essere la soluzione migliore per vivere un’esperienza personalizzata, decidendo autonomamente quanto tempo trascorrere in ciascuna isola. La formula Hop-on Hop-off consente di pianificare liberamente gli spostamenti, offrendo la possibilità di esplorare senza vincoli di orario e lontano dalle masse, godendo appieno del fascino del Lago Maggiore e delle sue isole.

Tour Isole Borromee

Se non sai dove si acquistano i biglietti per le Isole Borromee, in questa sezione troverai tutte le informazioni necessarie per organizzare la tua visita alle terre borromee. I biglietti possono essere acquistati in vari modi, inclusi punti vendita fisici situati nelle vicinanze dei moli di partenza, come Stresa, Pallanza-Verbania, Arona, Angera e Baveno, oppure online, attraverso i siti web delle compagnie di navigazione o tramite piattaforme specializzate in biglietteria turistica.

Tuttavia, consiglio di acquistare anticipatamente online i biglietti per isole borromee per evitare lunghe attese ai botteghini e per approfittare di eventuali sconti o offerte speciali disponibili. Inoltre, alcune compagnie offrono la possibilità di prenotare tour guidati o pacchetti che includono, oltre al trasporto, anche l’ingresso ai giardini e ai palazzi delle isole, arricchendo così l’esperienza di visita con approfondimenti storici e culturali.

Ricorda di verificare gli orari di partenza dei traghetti e le eventuali restrizioni stagionali prima di programmare la tua visita alle Isole Borromee.

Dove alloggiare per visitare le Isole Borromee

Se stai pianificando cosa vedere sul Lago Maggiore in un giorno assieme alle Isole Borromee, e non sai dove dormire, abbiamo selezionato tra le località turistiche del Lago Maggiore, alcuni hotel che potrebbero fare al caso tuo.

Lascia un commento