Museo della Bambola della Rocca di Angera

All’interno delle suggestive sale medievali della Rocca di Angera, oltre mille oggetti prendono vita: bambole, giocattoli, giochi da tavolo e mobili in miniatura raccontano una storia affascinante.

Museo della Bambola e del Giocattolo di Angera

Il Museo della Bambola nella Rocca di Angera (o Rocca Borromea), situato a pochi passi dal Lungolago di Angera, si trova nella sponda lombarda, è stato creato nel 1988 dalla Principessa Bona Borromeo Arese. All’interno, puoi vedere più di mille bambole che risalgono dal XVIII secolo fino ad oggi. Queste bambole sono collocate in ambienti accuratamente arredati, all’interno di case di bambole e mini-negozi realizzati con una varietà di materiali, tra cui legno, cera, cartapesta, porcellana e tessuto.

Il museo della bambola di Angera ha una ricca collezione di bambole antiche e moderne, rendendolo uno dei più importanti musei in Europa.

L’esposizione del Museo della Bambola nella Rocca di Angera si snoda attraverso dodici stanze che si trovano nell’ala dei Borromeo e nell’oratorio. Ci sono anche delle sezioni speciali: una, nelle scuderie, mostra bambole e giocattoli provenienti dall’Asia e dall’Africa, mentre l’altra, in tre stanze al primo piano, espone la collezione del Petit Musée du Costume de Tours, ora di proprietà dei Borromeo. Questa collezione è straordinaria, comprende automi francesi e tedeschi davvero speciali, creati nel XIX secolo.

Gli automi, autentiche opere d’arte create da maestri orologiai, scultori e artigiani, catturano l’attenzione con i loro movimenti lenti e ritmati, spesso accompagnati da melodie celebri tratte da repertori operistici e popolari.

L’innovativo allestimento dell’esposizione segue un percorso incantato, arricchito da suggestivi effetti sonori, giochi di luci e installazioni video che permettono di ammirare gli oggetti in movimento e di ascoltarne la musica.

Si presta molta attenzione all’abbigliamento dei bambini, che mostra come la moda per i più piccoli sia cambiata dal XVIII secolo agli anni ’50 del Novecento. Al Museo della Bambola e del Giocattolo di Angera, sono esposti circa duecento vestiti e accessori che rappresentano sia la grande maestria nella loro realizzazione che la qualità nella sartoria. Tra questi, ci sono abiti eleganti da battesimo, vesti di gala con ricami preziosi, vestitini e completi adatti per il gioco e le feste. Questi indumenti ci raccontano di un’infanzia raffinata, esibita attraverso il lusso e l’eleganza.

Non dimenticare di visitare la Stanza del Collezionista, una fedele ricostruzione di un salotto francese con oggetti curiosi, dipinti e sculture rare.

Per concludere, se stai pensando di fare una gita di un giorno sul Lago Maggiore, assicurati che tra le 10 cose da vedere sul Lago Maggiore, il Museo della Bambola nella suggestiva Rocca di Angera, è uno dei luoghi più affascinanti da scoprire sulle rive del lago.

Lascia un commento