Agra – Il giro del sole

Agra è un comune italiano di 400 abitanti della provincia lombarda di Varese. La comunità delle Valli del Verbano è composta da paesi di montagna. Il primo consiglio comunale fu eletto nel 1821.

La sponda lombarda del Lago Maggiore è spesso sottovalutata rispetto a quella piemontese. Le Isole Borromee, Stresa e Villa Taranto sono difficili da battere!

Anche la provincia di Varese ha diverse attrazioni degne di nota, come la Rocca di Angera e l’Eremo di Santa Caterina del Sasso. Inoltre, sulla sponda lombarda del lago ci sono molti parchi naturali e bellissimi percorsi di trekking. Agra è una piccola città che ha due percorsi contigui, il Giro del Sole e il Giro della Luna, di cui vorrei parlarvi oggi. Sono semplici e brevi e rappresentano un’ottima soluzione per una gita domenicale lontano dalle zone più frequentate e per una bella passeggiata in riva al lago.

Una volta arrivati ad Agra, potete percorrere il tour del sole o della luna o entrambi. I due percorsi sono collegati ma iniziano e finiscono in luoghi diversi. Vi consigliamo di iniziare con il giro della luna, e ora vi spiegheremo rapidamente il perché.

Il giro del sole vi piacerà di più se iniziate con quello della luna, iniziando infatti con il giro della luna vi permetterà di adottare un approccio in crescendo, tenendo le parti migliori per ultime. Inoltre, completerete la maggior parte della salita all’inizio, quando siete più freschi.

La lunghezza totale dei due percorsi è di 5 chilometri, con un dislivello di 165 metri, il tempo di percorrenza è relativo al vostro andamento, il nostro consiglio è quello di tenere un andamento graduale per poter ammirare tutte le bellezze che può offrire il duetto di sentieri che vi apprestate a fare.

Come arrivare ad Agra

Agra è accessibile in auto da qualsiasi punto della città. Esistono due percorsi, entrambi con partenza dal centro di Agra. Le strade da Varese a Ghirla sono semplici, ma un po’ lunghe perché non si collegano direttamente all’autostrada. Dopo aver attraversato il fiume Margorabbia a Grantola, bisogna tenere la sinistra sulla SP43 fino a raggiungere la SS394.

Dopo aver raggiunto Colmegna, si gira a destra in Via Paolo Berra, poi a sinistra in Via Torretta. Agra si trova alla fine di Via Torretta, si prosegue lungo i tornanti fino a raggiungere Agra dopo aver svoltato a destra su Via Paolo Berra.

Dopo aver raggiunto Luino, si può proseguire come descritto sopra. Questo percorso è più lineare, ma è molto più trafficato, il parcheggio gratuito è all’incrocio tra Viale Roma e Viale Europa.

Giro della luna ad Agra

Il giro della luna inizia con Viale Roma, Via Solferino e Via Volta. Una volta raggiunta Via Volta, girate a sinistra. Vedrete due cartelli che indicano il belvedere di Ganna e Bedoré, che comprende la luna piena.

Lì vedrete il luogo giusto, seguendo le indicazioni, si inizia il trekking. Il sentiero inizia subito in salita su una serie di piattaforme fino a una casa privata, alla vostra sinistra, quando vi girate, c’è uno scorcio stupendo del Lago Maggiore.

Si attraversa il bosco di betulle e castagni, tenendo sempre la recinzione sulla sinistra e seguendo le indicazioni per Bedorè. Qui e là sono disseminate statue della fauna locale, tra cui cinghiali, lepri e volpi. Il sentiero sale ancora un po’, ma è abbastanza facile, fino a una radura erbosa con tiro con l’arco e giochi per bambini. Qui si trova il Grotto Bedorè Pizza & Restaurant. Il vostro giro della luna di Agra termina qui.

Giro del sole di Agra

Anche chiamato sentiero del sole di Agra, il giro del sole è una delle avventure che quasi tutti gli escursionisti che si dirigono ad Agra vogliono fare, si può partire dal ristorante e seguire la strada asfaltata fino a raggiungere un parcheggio e uno spiazzo acciottolato con panchine. Dopo qualche curva, si raggiunge il punto di partenza del giro del sole di Agra.

Si tratta di un breve sentiero che inizia vicino al bosco. La fotografia nel pannello delle informazioni pratiche vi mostrerà i principali punti di interesse lungo il percorso. Dopo poche decine di metri, si incontra un bivio.

Svoltate a sinistra al bivio per il Monte delle Formiche, è un po’ ripido, ma è breve e gratificante. Per arrivarci, dovrete camminare un po’. La zona è nota per i suoi massi di quarzo e dal punto panoramico si gode di una buona vista sul lago e su Luino.

Gli utili pannelli informativi segnalano i diversi tipi di alberi, fiori e animali che vivono nelle foreste locali. I boschi sono abitati da betulle, castagni, ciliegi, querce e faggi, facilmente riconoscibili per le loro dimensioni e la loro statura. Nonostante abbiamo già parlato della fauna, ne parleremo ancora una volta. Tra i fiori durante il nostro giro del sole ad Agra, troviamo bucaneve, primule e violette, mentre della fauna abbiamo già parlato. Potreste avere la fortuna di vedere qualche animale.

Il punto panoramico Augusto Zucoli è il punto più magnifico di tutto il percorso e vi si arriva dopo un po’ di cammino. Da qui si possono vedere la Svizzera, il Piemonte, Maccagno e Porto Valtravaglia.

Qui c’è una panchina dove ci si può sedere e godere del panorama o, mangiare in tutta tranquillità il vostro pranzo al sacco. Quando si riprende il cammino, si passa davanti a un altro punto panoramico. Questo punto di vista appare mediocre rispetto a quello di Zucoli, una volta arrivati all’imbocco del sentiero, prendete Viale Europa per tornare al parcheggio della vostra auto.

Parco Daini di Agra

Il parco è dotato di un campo da bocce e di attrezzature ludiche per i bambini, oltre che di un grande recinto in cui sono allevati cervi e capre. Il parco dei cervi è una delle attrazioni del paese. È anche la sede dei pranzi e delle cene annuali del Gruppo Alpini, oltre che dell’Epifania, del Natale, del Capodanno, della Pasqua e di altri eventi. Il parco non si trova nel centro del paese, ma è vicino alla chiesa, al cimitero, al campo di calcio, alla piazza, al municipio, al bosco e al lavatoio, una chicca di questo poso che sicuramente non ti aspetti, un bellissimo parco pieno di daini che accompagno la tua avventura ad Agra.

Lascia un commento