Mercoledì 21 Ottobre 2020
Giovedì, 20 Agosto 2020 14:29

Lago di Antrona - Lago di Campliccioli - Lago di Camposecco

Vota questo articolo
(5 Voti)
Lago di Camposecco valle Antrona Lago di Camposecco valle Antrona Mario Parietti

Bella escursione in valle Antrona con meta il lago di Camposecco, partendo dal lago di Antrona e passando per il lago di campliccioli.

Siamo in località alpe Russi, sul lago di Antrona, in val d'Ossola

Come arrivare: una volta presa la strada statale del Sempione, che risale la val d'ossola fino al confine con la Svizzera, si prende l'uscita di Villadossola e si seguono le indicazioni per la valle Antrona. Una volta arrivati ad Antronapiana si prende a sinistra fino ad arrivare alla fine della strada e al lago di Antrona dove è agevole e gratuito parcheggiare

 

Quando ero stato al lago del Cingino, molto famoso per gli stambecchi che si arrampicano sulla diga per leccare il salnitro (trovate qui la descrizione dell'escursione), ero rientrato al lago di Antrona dopo aver attraversato la galleria dell'Enel evitando di salire al lago di Camposecco. Dopo aver visto un filmato su una tv locale mi è venuta voglia di salire a quest'ultimo.

L'itinerario è abbastanza ben segnalato, piuttosto ripido nel tratto dal lago di Campliccioli al lago di Camposecco (escluso il tratto nel pianoro dell'alpe Banella), adatto a camminatori allenati (una quindicina di chilometri per circa 1250 metri di dislivello) e va affrontato con la dovuta attenzione soprattutto nella fase di discesa. L'escursione permette di ammirare ben 3 laghi della valle Antrona, tutti chiusi da dighe e anche la bella cascata del rio Banella.

L'inizio del sentiero si trova proprio di fianco alla strada che porta al lago di Campliccioli (transito vietato senza permesso) e dopo aver camminato per una decina di minuti in piano lungo il lago di Antrona si trova il bivio con la mulattiera che sale al lago di Campliccioli (bivio ben indicato poco dopo una panchina in legno nei pressi di un tavolo da pic nic).

Vista panoramica sul lago di Antrona
Il lago di Antrona salendo al lago di Campliccioli, le foglie stanno cominciando ad ingiallirsi

Si cammina tra i larici con alcuni punti di belvedere sul lago di Antrona, si oltrepassa l'alpe Piana fino a incontrare la strada asfaltata che va seguita per poche decine di metri fino a ritrovare il sentiero che porta poco sotto al lago di Campliccioli (di nuovo sulla strada asfaltata), raggiunta la diga la si attraversa. 

Lago di Campliccioli
Lago di Campliccioli, poco prima del bivio per il lago di Camposecco

Oltrepassata una piccola galleria si giunge alla centrale idroelettrica, la si oltrepassa e poco dopo un ponte che attraversa il torrente Banella s'incontra il bivio con il sentiero che sale verso destra per la nostra destinazione. Il percorso è subito ripido e non darà tregua almeno fino all'alpe Curzut (1 ora scarsa di cammino dal bivio sul lago di Campliccioli).

Lago di Campliccioli
Lago di Campliccioli

Belli i panorami sul lago che via si allontana e bella la cascata del rio Banella ( il sentiero piega decisamente a sinistra prima di raggiungerla).

Cascata del rio Banella
Cascata del rio Banella

Da segnalare la possibilità, poco a monte dell'alpe Curzut, e particolarmente apprezzata da Ambra, di accedere al torrente per far scorta d'acqua e rinfrescarsi).

Continuando a salire in maniera ripida ci si mantiene nel vallone del torrente fino a giungere al bivio per Crestarossa (deviazione che conduce alla galleria dell'Enel che porta al lago del Cingino) dove inizia un tratto abbastanza pianeggiante che porta all'alpe Banella.

La bastionata rocciosa in capo alla valle è davvero imponente e viene logico domandarsi quale sia il percorso da seguire; lo si scopre avvicinandosi perché una grande scritta in vernice gialla Camposecco indica la direzione. Si scende sul greto del torrente, lo si attraversa e ci si trova davanti “lo scalone” in pietra che guadagna dislivello in maniera molto decisa.

Ambra sullo scalone verso il lago di Camposecco
Ambra sullo scalone verso il lago di Camposecco

Se la scala è in fin dei conti piuttosto breve e non pone alcun problema successivamente il sentiero richiede in alcuni casi l'uso delle mani ed è un filino esposto (anche se non abbastanza da farmi tornare indietro). Raggiunto un alpeggio si cominciano a intravedere il rifugio e la diga ma il percorso è ancora lunghetto. Si seguono i bolli bianchi e rossi (in alcuni casi anche gialli e rossi) a volte un po' vecchiotti e scoloriti giungendo finalmente al rifugio del lago di Camposecco e subito dopo all'imponente diga che chiude il lago (in tutto c'impiego circa 4 ore e 15 minuti più o meno il tempo indicato dai cartelli all'inizio dell'escursione al lago di Antrona).

Rifugio al lago di Camposecco
Rifugio al lago di Camposecco

Al rifugio stanno grigliando mentre sulla diga ci sono un paio di pescatori (ho letto che nel lago di Camposecco ci siano numerose trote). Io attraverso la diga e consumo il mio pranzo (torta dolce e torta salata preparate per l'occasione, visto che è Ferragosto). Chi volesse proseguire nel cammino (al di là della discesa al lago del Cingino, di cui ho già parlato) può raggiungere il passo delle Coronette (con al suo culmine un tratto di salita molto ripido e attrezzato) da cui si può raggiungere il rifugio Andolla.

Lago di Camposecco
Lago di Camposecco

Il rientro avviene sul medesimo percorso (in totale comprese le soste impiegherò circa 9 ore tra andata e ritorno).

Per chi volesse acquistare la cartina della valle Antrona ecco il link per la mappa Geo4map su Amazon

mappa valle Antrona
La carta escursionistica della valle Antrona

 

  • L'itinerario al lago di Camposecco parteni dal lago di Antrona è soltanto una delle numerose escursioni presenti sul sito, fatta e fotografata appositamente per questo progetto; seguendo questo Link ne trovi molte altre, nelle valli piemontesi, sulle Prealpi varesine e nel territorio del canton Ticino.
  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: oltre alle escursioni ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanitò, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato. 
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito.

Articolo scritto da Mario Parietti fotografo professionista di Luino provincia di Varese e responsabile del sito lago Maggiore e Dintorni. Archivio fotografico di migliaia di immagini sul lago Maggiore, provincia di Varese, canton Ticino, provincia di Verbania e provincia di Novara.

 

Informazioni aggiuntive

Letto 1558 volte Ultima modifica il Giovedì, 17 Settembre 2020 07:50

Galleria immagini

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

Vi consigliamo...

Più popolari