Giovedì 12 Dicembre 2019
Sabato, 15 Giugno 2019 00:00

I paesi del lago Maggiore In evidenza

Vota questo articolo
(6 Voti)
Alba ad Ascona Alba ad Ascona Mario Parietti

 

Itinerario circolare alla scoperta dei paesi dl lago Maggiore. Tutti i borghi del lago Maggiore partendo da Verbania Intra.

Tra i punti di forza ed interesse del lago Maggiore vi sono sicuramente i paesi: si sviluppano lungo tutta la costa e meritano tutti una visita, dai più piccoli ai più grandi. Nell'articolo prendo in considerazione tutte le cittadine che si affacciano sul Verbano in provincia di Novara, provincia di Verbania, provincia di Varese e Canton Ticino.

Nell'articolo troverete sintetiche descrizioni di Verbania (formata da Intra, Pallanza, Suna e Fondotoce), Baveno, Stresa, Belgirate, Lesa, Meina, Arona, Sesto Calende, Angera, Ranco, Ispra, Brebbia, Leggiuno, Besozzo, Laveno Mombello, Castelveccana, Porto Valtravaglia, Germignaga, Luino, Maccagno con Pino e Veddasca, Tronzano lago Maggiore, Caviano, Sant'Abbondio, Gerra, San Nazzaro, Vira, Magadino, Locarno, Ascona, Brissago, Cannobio, Cannero Riviera, Oggebbio e Ghiffa.

Verbania: Intra, Pallanza, Suna e Fondotoce 

Verbania è l'unico capoluogo di provincia presente direttamente sulle sponde del lago Maggiore e mi sembra doveroso partire da qui per un articolo esplorativo dei borghi che s'affacciano sul Verbano.

 

 

Gli accessi principali sono via lago, con il traghetto che la collega con Laveno Mombello (sulla costa lombarda), con i battelli che la collegano ai principali centri rivieraschi, prendendo l'apposita uscita autostradale o utilizzando la ferrovia (stazione a Fondotoce). L'accesso via lago regala una vista generale di notevole impatto su Intra con il lungolago dove spicca l'imbarcadero in stile Liberty, gli edifici religiosi, il moderno teatro “il Maggiore” e le bellissime catene montuose che incorniciano la città (la celebre e selvaggiaVal Grande, la val d'Ossola e la valle Intrasca).

Verbania Intra panorama dal traghetto
Verbania Intra vista dal traghetto

Chi volesse venire in vacanza sul lago Maggiore trova in Verbania un luogo ideale per molti motivi: offre pregi e servizi di una città ma regala anche, con le frazioni che la compongono, uno spaccato dei tipici borghi del Verbano; da non sottovalutare l'accesso a portata di mano alle valli di cui parlavo sopra.

Il Comune oltre a diverse frazioni è composto da 4 agglomerati principali: Intra, Pallanza, Suna e Fondotoce. A Verbania troviamo villa Taranto giardino botanico noto a livello mondiale da visitare assolutamente: effettua una chiusura invernale e l'ingresso è a pagamento (dettagli nell'articolo apposito). Oltre a diversi ed importanti edifici religiosi, sparsi un po' su tutto il territorio, gli interessanti centri storici e lungolaghi fioriti a Verbania va visitato il Museo del Paesaggio.

Villa Giulia Pallanza
Il parco di villa Giulia a Pallanza in occasione dell'annuale Festa della Camelia

A Fondotoce, posta nell'entroterra, troviamo un'importante riserva naturale visibile dalla strada che percorriamo nella nostra esplorazione.

Mergozzo e l'omonimo lago

Mergozzo, a pochi chilometri da Fondotoce, è un'incantevole paese che merita una sosta: di origine molto antica è posto sull'omonimo lago un tempo tutt'uno con il Maggiore. Visitato il centro storico dove spicca il porticato delle Cappelle, di fianco alla chiesa parrocchiale della Beata Vergine Assunta, vi consiglio di raggiungere il piccolo borgo di Mondonico dove, dopo una breve passeggiata di pochi minuti, si può arrivare ad uno splendido balcone panoramico (la strada per Mondonico si imbocca nei pressi della stazione di Fondotoce, il sentiero per il belvedere è segnalato e si trova dopo aver attraversato il paese).

Baveno con Feriolo

Da Mergozzo si raggiunge in pochi minuti Feriolo di Baveno, incantevole frazione con il suo bel golfo, siamo tornati sulla costa del lago Maggiore, e successivamente, continuando verso sud, Baveno.

Feriolo di Baveno vista panoramica
Feriolo di Baveno

Elegante il lungolago, suggestivo il centro storico, dove tra l'altro si tiene con cadenza biennale un'importante manifestazione dedicata agli antichi mestieri, Baveno offre una vista sulle isole Borromee che fa concorrenza a quella di Stresa (per visitare le isole è possibile imbarcarsi anche da qui) e conta numerose ville apprezzabili dall'esterno. Imperdibile il complesso religioso con parrocchiale, battistero e colonnato) a pochi passi dal lungolago,in posizione leggermente soprelevata.

 

 

 

Stresa e le isole Borromee 

Baveno confina con Stresa ma prima di raggiungere il paese più famoso e importante del lago Maggiore conviene fermarsi alla piccola frazione di Carciano dove parte la funivia per il Mottarone, il balcone panoramico del lago Maggiore. Chi ama camminare può lasciare l'auto qui e percorrere a piedi il lungolago con i bei giardini con vista isole che portano al celebre lungolago di Stresa dove si affacciano gli alberghi più noti del Verbano in stile Liberty.

Isola dei Pescatori
Isola dei Pescatori

Stresa è cittadina turistica, il centro storico è ricco di negozi, alberghi, bar e ristoranti ma non mancano angoli intimi e tranquilli: la visita alle isole Borromee è irrinunciabile riservandola magari ad un giorno non festivo per godersi maggior tranquillità. Le isole sono 3: l'isola Bella con giardino e palazzo Borromeo e piccolo borgo, l'isola Pescatori dalla forma allungata e occupata dal caratteristico paesino, l'isola Madre quasi interamente occupata da giardino e palazzo Borromeo (per visitare isole e muoversi in battello esistono biglietti cumulativi e di libera circolazione che permettono di risparmiare qualcosa, attenzione perché all'interno delle proprietà Borromee i cani non sono ammessi, mentre sul battelli non ci son problemi, tranne ovviamente l'obbligo del guinzaglio).

Isola Bella e isola dei Pescatori al tramonto
Isole Borromee: Isola Bella e isola dei Pescatori

All'uscita di Stresa, sulla strada che porta a Belgirate, ci sono i giardini ed il parco di villa Pallavicino, altra meta decisamente interessante con una ricca collezione di animali, un bel roseto ed una ricca presenza di piante esotiche e centenarie.

Belgirate, Lesa e Meina

Belgirate, Meina e Lesa, i 3 Comuni che s'incontrano continuando a muoversi verso sud, provincia di Verbania il primo provincia di Novara gli altri 2, rimangono un po' soffocati dalle presenze di Stresa (a nord) ed Arona (a sud) in assoluto 2 dei paesi più conosciuti del lago Maggiore.

Eppure riservano a chi vi si ferma emozioni, paesaggi e numerose attrattive.

Belgirate ha un lungolago molto bello, le ville che vi si affacciano sono una delle attrattive; per godersela al meglio bisogna inoltrarsi per gli antichi vicoli, stradine strette ed antiche che conducono alla chiesa Vecchia che domina il panorama ed è ricca d'affreschi (d'estate vi si tengono anche alcuni concerti).

Interno della Chiesa Vecchia di Belgirate
Chiesa Vecchia di Belgirate

 

Lesa un tempo unita a Belgirate in un unica unità comunale e formata da alcune frazioni situate tra lago e collina; Calogna, Comnago, Villa Lesa e, Solcio. Lesa nel piccolo golfo sul lungolago non nasconde ai visitatori l'antica struttura medievale ed era luogo di soggiorno estivo di Alessandro Manzoni.

Meina è anch'essa di origini molto antiche ed è importante per la presenza di numerose ville signorili tra cui Villa Farraggiana oggi parte del Museo di Meina. 

Arona

Arona è tra i paesi più conosciuti e più importanti del lago Maggiore: la fama è meritata e la sosta d'obbligo. 

Arona con la sua varietà di proposte naturalistiche, artistiche, paesaggistiche e culturali è in grado di appagare qualsiasi visitatore. L'itinerario cittadino comprende un lungolago di grande bellezza con la prospiciente  fisionomia della rocca di Angera a dominare l'orizzonte, le recentemente recuperate antiche mura romane e la bella piazza del Popolo dove si apprezzano chiesa di Santa Marta e palazzo di Giustizia e tutto il centro storico a cominciare dall'elegante via Cavour dove sono presenti numerose attività commerciali, dal museo Archeologico e Mineralogico e da alcuni edifici religiosi , la Collegiata della Natività di Maria Vergine dove è conservato il Polittico della Natività (1511) di Gaudenzio Ferrari e la Chiesa dedicata ai Santi Anna e Gioacchino (in via Cavour).

Panorama di Angera e lago Maggiore dalla rocca di Arona
Panorama di Angera dalla rocca di Arona

Da vedere la rocca di Arona, parco pubblico e balcone panoramico che conserva i resti delle antiche fortificazioni ed è anche splendido scenario di importanti concerti e il "Sancarlone" monumentale statua dedicata a san Carlo Borromeo visitabile al suo interno.

Nel territorio di Arona e di alcuni Comuni circostanti è importante l'area dei Lagoni parco naturale ed area protetta:  tra gli accessi vi è quello di Mercurago frazione di Arona che è anche sede del centro visite (l'ingresso è comunque libero e gratuito).

Sesto Calende

Oltrepassato il caratteristico ponte di ferro a due piani (per auto e treni) che permette di attraversare il fiume Ticino ecco Sesto Calende sulla costa lombarda del lago Maggiore. Bello e accogliente il centro storico che si affaccia sulla passeggiata del lungofiume e interessante il Museo Civico che raccoglie oltre 800 reperti archeologici interamente provenienti dalla zona appartenenti in particolare alla civiltà di Golasecca.

Nell'entroterra è di grande interesse l'abbazia di San Donato di origine romanica ed il non distante Sasso di Preja Buia: un enorme masso erratico situato in una zona boschiva (le indicazioni non mancano) ricco di petroglifi e coppelle, è ritenuto dagli studiosi un altare di epoca preistorica.

Vista interna dell'Abbazia di San Donato a Sesto calende
Abbazia di San Donato a Sesto calende

Angera

Pochi chilometri a nord di Sesto Calende sorge Angera meta di grande interesse innanzi tutto per la presenza della celebre rocca. Inconfondibile e visibile da lontano, perché posta su di un massiccio roccioso che domina il golfo sottostante, è di proprietà della famiglia Borromeo e molto ben conservata. Si visitano le stanze storiche, il giardino e l'importante museo della bambola e del giocattolo.

Rocca d'Angera in bianco e nero
Una delle sale storiche della rocca d'Angera

Angera è comunque ricca di attrattive sia storiche che naturalistiche ed il suo centro è definito “Museo Diffuso”; il lungolago con le spiagge che offrono una meravigliosa vista su Arona e la costa piemontese del Verbano invita a belle passeggiate, bagni rinfrescanti e sport acquatici.

Da vedere e particolarmente raccomandata agli amanti della natura l'oasi della Bruschera importante area naturalistica. 

Ranco

Ranco è raggiungibile da Angera direttamente dalla litoranea sul lago; è anch'essa ricca di belle spiagge ed è probabilmente più tranquilla ed intima, è celebre, tra le altre cose per la presenza di alcuni rinomati ristoranti. Caratteristico il Sasso Cavalazzo, che da il nome all'apposita spiaggia, un enorme masso erratico che emerge dalle acque del lago Maggiore.

Il Sasso Cavallazzo o Sass Cavalsc a Ranco
Il Sasso Cavallazzo o Sass Cavalsc a Ranco

 

E' purtroppo orfana del celebre Museo dei Trasporti che è stato chiuso alcuni anni or sono (creato da Francesco Ogliari è stato interamente trasferito nei più ampi spazi di Volandia, museo del Volo di Somma Lombardo). 

 

Ispra

Così come Ranco ed Angera anche Ispra si sviluppa sul lago senza essere attraversata dalla SP69; è un po' un invito a passar oltre per chi va di fretta ma la deviazione vale sicuramente la spesa. Il centro storico è meritevole di una visita e assolutamente da non perdere è la passeggiata dell'amore: un percorso che si sviluppa a bordo lago ed arriva all'area delle antiche fornaci della calce dove si può fare il bagno all'ombra dei caratteristici manufatti (alcune fornaci ormai dismesse da anni sono state restaurate). Ispra è tra l'altro nota per essere la sede del centro Studi Nucleari Euratom.

Fornaci di ispra
Fornaci di ispra

Interessante la frazione di Barza dove si trova Casa Don Guanella villa settecentesca edificata sulle fondamenta di u antico castello di cui rimane visibile la torre. E' una struttura privata sede di una casa di riposo, centro di spiritualità e centro congressi circondata da un bellissimo giardino (recentemente è stata una delle aperture con visita guidata in occasione delle Giornate FAI di Primavera).

Brebbia e Besozzo 

Brebbia e Besozzo sono Comuni situati nell'entroterra ma hanno una parte di territorio che si sviluppa sulla costa del lago Maggiore.

L'area delle Sabbie d'Oro di Brebbia vede la presenza di una delle poche spiagge di sabbia del Verbano e di un'area umida ma è purtroppo piuttosto mal tenuta.

Besozzo è un borgo antico dalle antiche origini e merita sicuramente la deviazione: dominato da un faro, monumento ai caduti: la parte più vecchia conserva la tipica fisionomia medievale è ben conservata e ricca di edifici di pregio, chiese, cortili ed angoli caratteristici.

Centro storico di Besozzo
Centro storico di Besozzo

Leggiuno

Leggiuno paese si trova nell'entroterra e recentemente è assurto agli onori delle cronache per la presenza nel periodo natalizio di istallazioni luminose (le ormai famose lucine di Natale) che hanno richiamato migliaia di persone creando parecchi problemi; il principale motivo d'interesse e fama lo si deve tuttavia ad una frazione, Reno, dove sorge l'eremo di Santa Caterina del Sasso, un'altra delle mete irrinunciabili per chi visita il lago Maggiore. Costruito su uno sperone roccioso è meta non solo di fedeli ma anche di appassionati d'arte, natura e semplici curiosi. Dal 2019 l'accesso è a pagamento (i cani non sono ammessi).

Santa Caterina del Sasso è raggiungibile in automobile prendendo una deviazione sulla provinciale: parcheggiata l'auto nell'ampio spiazzo bisogna scendere la scalinata fino ad arrivare all'ingresso (breve e bella passeggiata con meravigliosa vista lago); in alternativa è possibile servirsi dell'ascensore o raggiungerla con il battello. 

Vista notturna di santa Caterina del Sasso
Vista notturna di santa Caterina del Sasso

Laveno Mombello

Dirimpetta a Verbania Intra con cui è collegata tramite traghetto, Laveno Mombello è un'altra celebre cittadina del Verbano; da non perdere, prima di arrivare al golfo dove è adagiato il paese principale Cerro, piccola frazione lacustre sede del museo della Ceramica sito in un palazzo storico.

traghetto sul lago Maggiore
Il traghetto che fa la spola tra Intra e Laveno

Laveno ha un bel lungolago è ricca di gelaterie e ristoranti e sede della funivia che sale al sovrastante Sasso del Ferro. Interessante anche il centro storico.

Castelveccana con Caldé e Sarigo

Usciti dal centro abitato di Laveno Mombello si continua la risalita verso nord entrando nel territorio di Castelveccana formato da una serie di frazioni dal notevole interesse: Caldé innanzi tutto, situata sulla costa, è borgo pittoresco che offre numerose spiagge e merita di essere ammirata dall'alto salendo alla rocca (breve passeggiata di alcuni minuti) dove c'è una piccola e suggestiva chiesa romanica.

Una delle belle spiagge di Castelveccana
Una delle belle spiagge di Castelveccana

Anche Sarigo, situata a monte, merita la visita sia per la bella chiesa romanica che per il centro storico.

Brezzo di Bedero

A Brezzo di Bedero meritano la visita la chiesa di origini romaniche (la Canonica che oltre a numerosi interessanti affreschi ospita al suo interni un organo che viene suonato in occasione dell'importante stagione musicale estiva), le trincee e le cannoniere della linea Cadorna (recentemente ripulite e segnalate) ed il belvedere Pasquè eccezionale punto panoramico da cui si diparte la strada che sale alla Canonica e alla Cadorna.

Nell'area verde che vedete nella fotografia sotto  nel periodo natalizio si tiene un seguito e sentito presepe vivente. 

Canonica di Brezzo di Bedero
Canonica di Brezzo di Bedero

Porto Valtravaglia

Dopo alcuni chilometri nell'entroterra la provinciale raggiunge Porto Valtravaglia che si divide nella cittadina che si affaccia direttamente sul lago ed alcune frazioni poste a monte. E' meta turistica tranquilla ed interessante con alcuni edifici religiosi importanti: a Domo troviamo la Chiesa di Santa Maria Assunta, la Chiesa di Santo Stefano e il Battistero di San Giovanni Battista (purtroppo chiuso e bisognoso di importanti lavori di restauro).

Porto Valtravaglia autunnale
Lungolago di Porto Valtravaglia in veste autunnale

 

 

 

Germignaga 

Germignaga è separata da Luino dal fiume Tresa che sfociando nel lago Maggiore forma una piccola ma importante area naturalistica interessata dalla migrazione degli uccelli. Particolarmente interessante l'area del “Boschetto” proprio in questa zona con parco pubblico e più avanti la spiaggia che culmina nella “Bislunga” un edificio che si allunga nelle acque del lago un tempo colonia elioterapica. Oggi dopo la ristrutturazione vi si tengono mostre, conferenze e spettacoli.

 

Panorama notturno dell'ex colonia elioterapica
Panorama notturno dell'ex colonia elioterapica

Luino 

Tra i maggiori motivi di notorietà della bella cittadina a due passi dal confine con la Svizzera vi è il mercato che ogni mercoledì per buona parte della giornata occupa le vie del centro capace di richiamare nella stagione migliore migliaia di visitatori. Luino è il paese di Piero Chiara e Vittorio Sereni e gli archivi dello scrittore e del poeta sono conservati a palazzo Verbania recentemente riaperto dopo lavori di restauro. Da vedere le chiese cittadine in particolar modo le 2 che si affacciano sul lungolago (San Giuseppe e Carmine) e san Pietro nei pressi del cimitero con un affresco attribuito a Bernardino Luini. Immancabile la passeggiata sul lungolago dove si possono ammirare, oltre al paesaggio, alcune interessanti ville. Graziosa la piccola frazione di Colmegna sulla strada per Maccagno con alcune spiagge molto apprezzate e frequentate (vi si praticano anche immersioni). A monte ci sono alcune mete imperdibili tra cui Agra ed il versante orientale della valle Veddasca con Curiglia, Piero e Monteviasco.  

Palazzo Verbania a Luino, recentemente restaurato e riaperto al pubblico
Palazzo Verbania a Luino, recentemente restaurato e riaperto al pubblico

Maccagno con Pino e Veddasca 

Maccagno è un Comune di recente costituzione formatosi dall'unione di Maccagno, Pino sulla Sponda del Lago Maggiore e Veddasca. L'ampio territorio lacustre e montano fa la gioia degli amanti degli sport acquatici e delle vacanze sul lago e di quelli della montagna. La Forcora al culmine della valle Veddasca italiana è l'unica stazione sciistica in provincia di Varese e turro il territorio offre un numero davvero considerevole di passeggiate in mezzo alla natura. Le spiagge son belle e numerose, tra le più pulite del lago Maggiore, sulle acque che le lambiscono si praticano i principali sport acquatici. Caratteristica e punto di riferimento per gli sportivi la palestra di roccia”Il Cinzianino” e molto importante il centro storico in particolare Maccagno Inferiore di origine medievale. 

Porticciolo della Gabella Maccagno
Porticciolo della Gabella Maccagno

Tronzano lago Maggiore 

Gli abitanti di Tronzano quando ci fu il referendum scelsero di rimanere autonomi così oggi il territorio si incunea in quello di Maccagno con Pino e Veddasca tra lago e collina. Il nucleo più grande, sede del Comune, sorge appunto a monte così come Bassano piccola frazione che vale la visita. 

Costa del Gambarogno (Caviano, Sant'Abbondio, Gerra, San Nazzaro, Vira, Magadino)

Costellata da diversi Comuni che si affacciano sulle sponde del Verbano la Costa del Gambarogno si estende dal confine con l'Italia fino alla fine del lago Maggiore che culmina nella Piana di Magadino interessante area naturalistica ed ambientale che merita una passeggiata (Bolle di Magadino).

I vari nuclei sono tutti eleganti e ben tenuti: Vira Gambarogno è a parer mio il più bello anche per la presenza di numerose istallazioni artistiche; nel periodo natalizio le sue vie sono sede di suggestivi presepi.

spiaggia a Magadino
spiaggia a Magadino

Il Gambarogno gode di un clima particolarmente mite e favorevole, da vedere sulle colline il parco botanico Eisenhut a Vairano. 

Locarno

Locarno è una meta rinomata e famosa in tutto il mondo conosciuta in particolar modo dagli amanti del cinema per il festival che si tiene ad agosto; la si raggiunge una volta oltrepassata la piana di Magadino, percorso un breve tratto autostradale (dove non vige l'obbligo del pagamento) e oltrepassato Minusio e Muralto.

Costa ticinese del lago Maggiore
Dai monti di Locarno il panorama dell'intera costa ticinese del lago maggiore: costa del Gambarogno, Piana di magadino, la penisola con Ascona e Locarno, Brissago e isole

E' una bella ed interessante città dai molteplici e variegati punti d'interesse: il bellissimo lungolago che arriva fino al parco delle Camelie dove in primavera si tiene un'importante mostra; il centro storico, antico ed elegante, che culmina con Piazza Grande una delle più belle del lago Maggiore dove vi si tengono importanti concerti e spettacoli (oltre che alle serate di proiezione del festival del cinema, lo schermo è uno dei più grandi d'Europa).

Di grande interesse anche alcune chiese tra cui san Vittore e Santa Maria della Selva ed il castello visconteo sede del museo.

L'interno affrescato della chiesa di Santa Maria della Selva  a Locarno
L'interno affrescato della chiesa di Santa Maria della Selva

Sulle alture sopra Locarno non bisogna mancare la visita ad Orselina almeno per 2 motivi: il santuario di Santa Maria del Sasso meta religiosa, culturale ed artistica e la funivia che sale fino a Cardada (una delle 3 sul lago Maggiore e meta turistica durante tutto l'arco dell'anno). Da Locarno è agevole l'accesso ad alcune splendide valli: valle Verzasca, Vallemaggia, val Onsernone e Centovalli che confina con l'italiana valle Vigezzo.

Ascona

Ascona è un'altro dei paesi del Verbano da non perdere; il lungolago chiuso al traffico è uno dei più eleganti del lago Maggiore, il centro storico dalle piccole vie anch'esse pedonali è ricco di negozi, gallerie d'arte ed edifici storici di pregio; palazzo Serodine di fianco alla parrocchiale è un pregevole esempio di architettura barocca; Ascona è anche sede di alcuni interessanti musei e tra le chiese la mia preferita è quella all'interno del collegio Papio.

Ascona e il suo porticciolo
Ascona e il suo porticciolo

Sulle colline alle spalle di Ascona Monte Verità, già sede di una comunità d'ispirazione “naturistica”, è un bel giardino ed una meta che regala pace e tranquillità.

Continuando nel golfo ticinese dopo Ascona ecco Brissago borgo confinante con l'Italia che da il nome alle isole dove sorge un importante giardino botanico. Brissago è attraversata dalla cantonale ma val la pena fermarsi per girare nella cittadina, passeggiare sul lungolago e prendere il battello per le suddette Isole di Brissago (l'apertura è stagionale, l'ingresso a pagamento)

Cannobio

Cannobio è Bandiera Blu e Bandiera Arancione: sono 2 riconoscimenti che si ripetono negli anni e premiano qualità delle acque ma anche bontà dell'offerta ed accoglienza turistica. Basterebbe questo dato per consigliarne la visita ma Cannobio offre davvero tantissimo e molto di più.

La si raggiunge in pochi minuti d'auto dopo aver varcato il confine.

Irrinunciabile l'itinerario alla scoperta del borgo storico che, partendo dal lungolago, s'inoltra per i vicoli ricchi di palazzi, monumenti, chiese ed angoli suggestivi; le spiagge sono ampie ed offrono la possibilità effettuare i principali sport acquatici. Irrinunciabile e caratteristica la visita a Carmine Superiore borgo medievale sede di una chiesa di origini romaniche, balcone panoramico sul Verbano (bisogna arrivarci a piedi dopo una piccola passeggiata).

Per gli amanti di monti e valli Cannobio è la principale porta d'accesso per la valle Cannobina ricca di villaggi caratteristici ed itinerari escursionistici ed è adagiata sotto il promontorio formato da Monte Giove, Faierone e Limidario (passeggiata consigliata ad escursionisti allenati di grande bellezza). 

Panorama di Cannobio
Vista di Cannobio dai monti sovrastanti

Cannero Riviera

Così come Cannobio anche Cannero Riviera si fregia delle bandiere Blu ed Arancioni. Il clima particolarmente mite anche nella stagione invernale permette la coltivazione di numerose varietà d'agrumi a cui è dedicata una rinomata e seguita festa primaverile e ne fa ovviamente luogo prediletto di villeggiatura. Le colline sono costellate di numerose ville anche molto belle e d'epoca. Una bella passeggiata può partire dalla zona delle spiagge per raggiungere l'attracco dei battelli con la tettoia in stile liberty e proseguire per le piccole vie del centro storico: Io amo particolarmente piazzetta degli affreschi in prossimità del Comune con alcune pareti delle case che vi si affacciano decorate da dipinti che raccontano vicende storiche della città.

Panorama di Cannero Riviera
Panorama di Cannero Riviera

Oggebbio 

Oggebbio è un Comune suddiviso in numerose frazioni (una quindicina) che partendo dal lago salgono in collina. Nella frazione di Gonte si trova il Comune ed il campanile della parrocchiale con i suoi 42 metri è il più alto campanile dell'Alto Verbano.

Tra gli edifici religiosi d'interesse l'oratorio della Natività di Maria a Cadessino, monumento nazionale e San'Agata a Novaglio di origini romaniche. 

Ghiffa

Nel nostro itinerario alla scoperta dei paesi del lago Maggiore, prima di rientrare nel territorio di Verbania, meta iniziale da cui avevamo iniziato, transitiamo da Ghiffa borgo interessante che si sviluppa parte sulla costa e parte in collina dove sorge anche il Sacro Monte: è deviazione e meta d'obbligo perché assieme ad altri sacri monti del Piemonte e della Lombardia fa parte dei luoghi considerati dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità. Mai completato, originariamente le cappelle avrebbero dovuto essere più numerose, oltre che luogo di fede e d'arte è interessante dal punto di vista naturalistico.

Sacro Monte di Ghiffa
Sacro Monte di Ghiffa

 

 

 

  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore, del lago di Lugano, del lago d'Orta, del lago di Varese e delle loro valli, vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: oltre ai principali paesi e città , ci sono articoli dedicati ai borghi dipinti, trovi escursioni, ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità, chiese, cascate, eventi interessanti, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato.
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!
  • Se sei titolare di un'attività caratteristica, di un bed and breakfast, ristorante o albergo puoi avere un articolo di presentazione nelle apposite sezioni del sito raggiungendo un pubblico selezionato interessato al territorio (alcune informazioni e contatti a questo Link).

 

Articolo scritto da Mario Parietti fotografo professionista di Luino provincia di Varese e responsabile del sito lago Maggiore e Dintorni. Archivio fotografico di migliaia di immagini sul lago Maggiore, provincia di Varese, canton Ticino, provincia di Verbania e provincia di Novara.

 

 

 

Letto 3084 volte Ultima modifica il Martedì, 05 Novembre 2019 14:32

Galleria immagini

Altro in questa categoria: « Oria Valsolda Mustonate »

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
3
4
5

Vi consigliamo...

Più popolari