Sunday 20 September 2020
Thursday, 29 January 2015 00:00

Ciaspolata Bosco Gurin - Capanna Grossalp

Rate this item
(8 votes)

Passeggiata con racchette in un luogo d'incanto

Siamo a Bosco Gurin in valle di Campo distretto della Vallemaggia. Parcheggi comodi e numerosi all'esterno del villaggio.

Facilmente accessibile anche con mezzi pubblici, Bosco Gurin si raggiunge prendendo la deviazione, ben segnalata a Cevio.

Bosco Gurin (1503 m s.l.m.) - Capanna Grossalp (1907 m s.l.m.) 

Bosco Gurin è davvero un luogo speciale: situato a 1504 m d'altitudine, comune più alto del Canton Ticino, è di antiche origini Walser e vi si parla la lingua tedesca. Incastonato nella verdissima e incontaminata valle di Campo merita una visita in ogni stagione dell'anno. D'inverno è meta rinomata e cara a tutti coloro che amano la neve e gli sport invernali: ci sono piste da sci di varia difficoltà, vi si può praticare il fondo, il fuoripista e naturalmente sono possibili escursioni con le racchette da neve.

Causa previsioni meteo che promettevano vento non avevo programmato il percorso della gita come faccio di solito, la destinazione era altra, ma da tempo volevo tornare in queste valli laterali della Vallemaggia che avevo visitato anni fa e di cui non ero ancora riuscito a parlare sul sito, così a Cevio ho deciso per una deviazione “perlustrativa”. La strada è discretamente agevole e ben segnalata ed i posti auto numerosi con un ampio parcheggio nei pressi degli impianti di risalita ed un più piccolo all'entrata del villaggio. L'itinerario parte poco sotto la chiesa parrocchiale dove si trovano le indicazioni per la capanna Grossalp e segue al principio le tracce lasciate da scialpinisti, dopo poche decine di metri ci si immette sul tracciato che proviene dalla località Ferdes (da dove partono dei percorsi per racchette “più istituzionali) per proseguire per un lungo tratto sul bordo della pista da sci. Oltrepassata una cappelletta con bellissimo panorama sul fondovalle e la stazione intermedia dell'impianto di risalita si trovano, volendo, tracciati alternativi per la meta che comincia presto a lasciarsi intravedere.

Giunti alla capanna, dove si può bere, mangiare e pernottare, il paesaggio è davvero incantevole e ripaga ampiamente per lo sforzo fatto.

Per rientrare alla base ho seguito la via dell'andata fino ad incontrare, sulla destra, la pista per principianti. Decisamente più lunga e meno impegnativa della via di salita, consente comunque numerose possibilità di tagli per rendere la racchettata più divertente. Il tragitto porta alla stazione di partenza degli impianti di risalita e al parcheggio più grande da dove, tolte le ciaspole, si rientra in paese in pochi minuti.  

  • Se camminare con le racchette da neve è pratica di moda e sempre più diffusa, la coltre bianca regala al paesaggio atmosfere spesso fantastiche che sono bellissime da fotografare: sul sito un'apposita sezione è dedicata proprio alle escursioni con le ciaspole (Link).
  • Se vuoi esplorare il territorio del Verbano vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: trovi eventi e manifestazioni, escursioni, ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanità, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato. 

Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!    

Read 5446 times Last modified on Friday, 12 January 2018 15:36

Calendario eventi

Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun

Vi consigliamo...

Più popolari