Tuesday 22 September 2020
Thursday, 30 June 2016 00:00

Chiesa San Carlo a Negrentino

Rate this item
(4 votes)
Particolare di un'abside della chiesa di San Carlo a Negrentino Particolare di un'abside della chiesa di San Carlo a Negrentino Mario Parietti

Visita ad una delle più belle ed importanti chiese di origine romanica del Canton Ticino.

Siamo a Prugiasco in valle di Blenio, parcheggio gratuito poco sopra la chiesa.
Come arrivare: la chiesa è segnalata con cartelli marroni e si raggiunge con un breve sentiero che parte poco sotto gli impianti sciistici di Nara, o volendo con un sentiero più lungo da Acquarossa o Prugiasco. In auto percorrendo l'autostrada per il san Gottardo si prende l'uscita di Bisca e si seguono le indicazioni per la valle di Blenio, si risale la valle e dopo pochi chilometri, sulla sinistra si trovano le indicazioni per la chiesa che si trova a Leontica.

E' tra le chiese Romaniche più importanti del canton Ticino, risale nelle sue parti più antiche al XI secolo ed era da tempo che volevo visitarla.

L'ho trovata aperta una domenica, le previsioni meteo erano piuttosto negative ed avevo rimandato una passeggiata: davvero bella anche se i lavori di restauro che la stanno interessando mi ha impedito di realizzare alcune immagini così come le volevo. Situata in collina, è raggiungibile unicamente a piedi con il facile e breve sentiero che s'incontra salendo la strada che porta ai parcheggi di Nara, realizzato nel 2007 con la costruzione di un caratteristico ponte pedonale. L'alternativa è il sentiero da Prugiasco, più lungo e ripido, ma comunque molto interessante perchè parte di un'antica via di comunicazione che permetteva di evitare le gole della Leventina.

La storia della chiesa, vista anche l'età, è articolata, sia dal punto di vista architettonico che pittorico, ma anche religioso; dedicata inizialmente a sant'Ambrogio è stata parrocchiale di Prugiasco fino al 1700, anno della costruzione di una chiesa più prossima al centro abitato e successivamente venne dedicata a san Carlo. Oggi è conosciuta come San Carlo a Negrentino o “S. Ambrogio vecchio”.

Dal punto di vista architettonico la chiesa presenta due aule dotate entrambe di absidi circolari, la prima risalente al XI secolo, la seconda di aggiunta più tarda (tra il XII ed il XV secolo), mentre la sagrestia venne aggiunta tra il XVI ed il XVII secolo; interessante il campanile a tre ordini di bifore con l'affresco degli stemmi dei Cantoni Leventina ed Uri, da notare all'esterno, di fianco ad una monofora un bassorilievo romanico che rappresenta un pavone.

Vista esterna della chiesa di san Carlo a Negrentino

                                                                   Vista esterna della chiesa di san Carlo a Negrentino con i due absidi, il campanile e la sagrestia

I numerosi affreschi sulle pareti interne appartengono a tre epoche diverse. L'affresco con Cristo trionfante e gli apostoli è il più antico di tutta la chiesa, risale al XI, XII secolo e fu realizzato da un pittore lombardo. Viene ritenuto dagli studiosi di grande valore per la buona qualità della pittura ma anche per la peculiarità della rappresentazione e dei colori utilizzati. Particolari i cerchi concentrici di differenti colori che circondano Cristo e rappresentano l'universo.               

Cristo trionfante e gli apostoli, chiesa san carlo Negrentino
L'affresco di Cristo trionfante, sulla controfacciata è il più antico della chiesa

 

L'abside maggiore conserva affreschi che risalgono alla metà del XV secolo, attribuiti alla bottega dei Seregnesi, mentre il secondo abside conserva affreschi di pochi decenni successivi attribuiti ad Antonio da Tradate.

 

L'altare maggiore di san Carlo a Negrentino
L'altare maggiore di san Carlo a Negrentino

 

 

Il secondo altare dei san Carlo a Negrentino con gli affreschi di Antonio da Tradate
Il secondo altare dei san Carlo a Negrentino con gli affreschi di Antonio da Tradate

 

Controfacciate, archi e pareti conservano numerose altre pitture, alcune delle quali in buono stato di conservazione e leggibilità tra cui 3 Madonne in trono, una natività di Cristo, un'Assunzione della Vergine e una scena della battaglia di Parabiago con Sant'Ambrogio a cavallo.

La bellissima chiesa non effettua orari di apertura regolari chi la volesse visitare può richiedere direttamente le chiavi e chiedere informazioni presso: Ristorante Stazione, Acquarossa (Te.l 091 871 11 23) - Ristorante Rubino, Acquarossa (Tel. 091 871 19 95) - Ristorante Centrale, Leontica (Tel. 091 871 28 83) - Pia Beretta, Prugiasco (Tel. 091 871 10 17).

  • Se vuoi esplorare il territorio del Verbano vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: trovi eventi e manifestazioni, escursioni, ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanitò, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato. 
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!      

Additional Info

  • Parcheggio: Facile e gratuito
  • VALLE/ZONA: Valle di Blenio
  • Orario di apertura: Aperture saltuarie prevalentemente la domenica. Chiavi su richiesta.
  • Durata della visita: 30 minuti + una decina di minuti scarsi di cammino
  • Periodo consigliato: Tutto l'anno
  • Tipo di interesse: Panoramico, Storico, Culturale, Artistico, Religioso
  • Segnalazione: Buona
  • Ideale per: Amanti dell'arte
  • Cani: Al guinzaglio
  • Tipo di ingresso: Ingresso libero
Read 6319 times Last modified on Saturday, 10 February 2018 10:39

Calendario eventi

Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun

Vi consigliamo...

Più popolari