Lunedì 18 Dicembre 2017
Lunedì, 15 Febbraio 2016 00:00

Riso alla Thailandese

Vota questo articolo
(2 Voti)
Riso alla Thailandese Riso alla Thailandese Mario Parietti

Riso Pilaf con gamberetti, piselli, frittata e prosciutto.

Niente di tipico o stagionale questa volta, ma una ricetta che si ispira ad un piatto abbondantemente presente nella cucina orientale, facile da trovare se si viaggia in Thailandia. La ricetta è rivisitata seguendo il ricordo di un gusto, il risultato è molto appetitoso, provare per credere.

 

INGREDIENTI (dosi per 4/6 persone)

* Riso basmati 1/2 chilo

* 2 uova

* Piselli in scatola 250 gr

* Gamberetti 250 gr

* Prosciutto cotto 150 gr

* 1 cipolla piccola

* Brodo 1 litro 1/2

* Burro 80 gr

* Olio q.b.

* Latte

* Sale q.b.

* Pepe q.b.

 

PREPARAZIONE

Per prima cosa è necessario preparare un buon riso pilaf: dopo aver lavato il riso con cura e tagliuzzato la cipolla per il soffritto, si prende una casseruola (è necessario sia provvista di coperchio e possa essere messa in forno) e si scaldano 50 gr di burro + olio; si unisce il riso ben scolato e lo si fa tostare per pochi minuti. Si aggiunge un mestolo di brodo e dopo un paio di minuti si aggiunge di nuovo del brodo in modo che copra completamente il riso. La pentola va messa nel forno (a 190 °) con il suo coperchio, per portare a cottura il riso (15/20 minuti a seconda della qualità). Il riso, a cui andrà aggiunto ancora del burro, una volta tolto dal forno va sgranato con cura servendosi di una forchetta.

Mentre il riso cuoce si prepeparano gli altri ingredienti: in una padella piuttosto ampia, unta con del burro, faremo cuocere i piselli a cui aggiungeremo i gamberetti ed il prosciutto tagliato a dadini (personalmente ai cubetti già pronti, che si trovano nei supermercati, preferisco una bella fetta di cotto di qualità tagliatta a pezzettini), oltre alla frittata, preparata piuttosto alta, anch'essa ridotta a quadratini. Il riso pilaf, che nel frattempo avrà completato la cottura assorbendo completamente il brodo, va unito a questo punto, continuando a cuocere a fiamma piuttosto alta per alcuni minuti avendo cura di mescolare per bene tutti gli ingredienti. A questo punto s'impiatta e ... buon appetito!

Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: oltre alle ricette, ci sono punti d'interesse, escursioni, aree verdi, ville, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato per il sito.

Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!

 

Letto 968 volte Ultima modifica il Martedì, 16 Febbraio 2016 07:37

Vi consigliamo...

Più popolari