Martedì 21 Novembre 2017
Venerdì, 16 Giugno 2017 00:00

Aurigeno - Moghegno - Lodano Località I Runch

Vota questo articolo
(4 Voti)
Moghegno Vallemaggia Moghegno Vallemaggia

Passeggiata nella bassa Vallemaggia di grande interesse paesaggistico storico culturale.

Siamo ad Aurigeno in Vallemaggia, comodi parcheggi gratuiti alle porte del paese.

Per arrivare ad Aurigeno bisogna percorrere la cantonale che risale la Vallemaggia a partire da Ponte Brolla, percorsi pochi chilometri, poco prima di arrivare in Maggia centro, si trovano le indicazioni (svolta a sinistra).

La visita della Vallemaggia attraverso i suoi borghi è davvero piacevole ed offre sempre sorprese e motivi d'interesse. L'itinerario proposto parte da Aurigeno, (vecchia conoscenza del sito avendo parlato della sua cascata e del percorso dedicato al pittore Vanoni uno degli itinerari che fanno parte di "Sentieri di Pietra") per arrivare a Moghegno ed infine a Lodano. E' una passeggiata dal dislivello limitato, adatta a tutti, che si svolge in parte nel bosco, in parte nei paesi attraversati ed in parte sul tracciato del percorso della ciclabile, sul percorso sono atti posizionati alcuni utili pannelli informativi.

Negozio online di lago Maggiore e Dintorni
SHOP ONLINE DEL LAGO MAGGIORE: FOTOGRAFIE, SPORT, ESPERIENZE, IDEE REGALO

Il punto di partenza è appunto Aurigeno alle cui porte è possibile trovare parcheggio; si segue via dala Cantarina (la piccola strada verso monte a fianco del parcheggio) per poi prendere a destra raggiungendo in breve tempo il sentiero ed il vecchio mulino non distante dalla cascata. Per proseguire bisogna attraversare il ponte sul Ri di Dentro anche se la cascata (sentiero verso sinistra) merita comunque la breve deviazione. La direzione, segnalata, è Moghegno, il paese successivo che come Aurigeno è parte dei “Sentieri di pietra” (indicati con cartelli marroni). Questa primo tratto dell'escursione percorre la carraia (caràa), sentiero delimitato da muri in pietra a secco d'altezza variabile che servivano a porre una netta delimitazione tra il bosco e la campagna. L'opera è stata oggetto di restauro e recupero dopo che la vegetazione, nel corso del tempo li aveva seriamente danneggiati. Interamente di pietra sono anche cascinali, stalle e baite che numerose s'incontrano nel saliscendi che contraddistingue il procedere nel bosco, così come i sostegni a pergola per le viti; numerose sono anche, ed è una costante di tutta la Vallemaggia, le testimonianze religiose che vanno dalle cappellette votive agli affreschi.

Moghegno, dal punto di partenza, si raggiunge in circa 30/40 minuti ed è davvero un incanto: museo a cielo aperto nell'ambito dell'architettura rurale. Vi si possono ammirare le Grà, cascine in sasso che servivano per essiccare le castagne, tutte radunate nella stessa zona per essere meglio sorvegliate visto che il processo avveniva bruciando della legna al di sotto di un graticcio in legno dove venivano stese le castagne. Altri edifici da vedere a Moghegno sono le torbe, granai per la conservazione della segale, caratterizzati dai curiosi “funghi” in pietra che avevano lo scopo di evitare la risalita di umidità ed animali.

Torba a Moghegno, il caratteristico fungo
Torba a Moghegno, il caratteristico fungo

Gironzolando per il paese oltre, ancora una volta, alla ricca testimonianza religiosa, s'incontrano diversi fontanili in pietra oltre al caratteristico lavatoio, verso l'uscita del paese proprio in direzione di Lodano sul sentiero che stiamo percorrendo.

Lavatoio a Moghegno
Per continuare con la passeggiata si passa daventi al bel lavatoio di Moghegno

La passeggiata continua sempre ben segnalata con la possibilità in alcuni tratti di lasciare la più comoda traccia della ciclabile per proseguire e continuare su sentieri che s'addentrano nel bosco: è la via che vi consiglio di seguire visto che, pur con alcuni saliscendi, troppo faticosa non è, ed offre comunque angoli pregevoli.

Numerose un po' dappertutto in questa zona le cascine ristrutturate che vengono affittate nella stagione estiva. Tra i punti d'interesse va sicuramente segnalata una cappella affrescata tra gli altri da Giovanni Antonio Vanoni: la si raggiunge una volta usciti dall'abitato di Moghegno seguendo, sulla destra, il sentiero segnalato con i tradizionali cartelli marroni (cappella du Punt). Suggestiva, fuori Moghegno, prima della deviazione per la cappella del vanoni, la località Mulitt, con mulini e cascatelle.

Mulino in località Mulitt
Mulino in località Mulitt

Lodano con i suoi vigneti si raggiunge in una quarantina di minuti da Moghegno: decisamente più piccola di quest'ultima è raccolta in un pugno di case ma comunque caratteristica.

Lodano e i vigneti
Lodano e i vigneti

Io cammino ancora una mezz'ora per raggiungere una cappelletta in zona I Rünch dove c'è anche una piccola cascatella sul torrente ed una panchina ideale per la sosta pranzo (la passeggiata peraltro può anche, prosegue verso Cevio).

Il ritorno avviene seguendo al contrario il percorso fatto all'andata, utilizzando, magari, qualche tratto di ciclabile per variare il percorso (i due tracciati corrono più o meno paralleli a volte intesecandosi).

  • Se vuoi esplorare il territorio del Verbano vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: trovi eventi e manifestazioni, escursioni, ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanitò, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato.                           
  • Per un contatto diretto c'è anche l'apposita pagina Facebook a cui puoi mettere un bel mi piace ed eventualmente segnalare qualche evento interessante!
  • Se sei titolare di un'attività caratteristica, di un bed and breakfast, ristorante o albergo puoi avere un articolo di presentazione nelle apposite sezioni del sito raggiungendo un pubblico selezionato interessato al territorio (alcune informazioni e contatti a questo Link).

 

Informazioni aggiuntive

Letto 1125 volte Ultima modifica il Martedì, 27 Giugno 2017 08:06

Galleria immagini

Vi consigliamo...

Più popolari